TRASPARENZA

Amministrazione trasparente

Nella sezione sono pubblicate le informazioni stabilite dal D.lgs. n. 33 del 14/03/2013, riguardante il riordino della disciplina relativo agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, in attuazione dell’art. 1, comma 35, della legge n. 190/2012.


Responsabile Prevenzione Corruzione e della Trasparenza Amministrativa (delib. 4/2017): Vannalisa Manca


ORGANI DI CONTROLLO
Revisori dei conti

Professionisti
Franco Olivieri (Presidente) e Giorgio Greco

Pubblicisti
Andrea Porcu


Dati relativi al personale

Il Presidente e i consiglieri dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna, a prescindere dalle funzioni che ricoprono pro-tempore e dalle deleghe loro affidate, così come tutti i membri dei Consiglio di disciplina e tutti i Revisiori dei conti non percepiscono alcun compenso per la loro attività, né qualsivoglia gettone di presenza per la partecipazioni a sedute consiliari e istituzionali, a gruppi di lavoro, a eventi formativi.


FATTURAZIONE ELETTRONICA E SPLIT PAYMENT

Dal 31 marzo le fatturazioni nei confronti dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna dovranno avvenire esclusivamente in forma elettronica. Tali fatture devono rispettare il formato previsto dal Decreto Ministeriale 55 del 3 aprile 2013.

Intestazione Ordine dei giornalisti della Sardegna
Codice fiscale 80000720922
Codice Ufficio Univoco UF31TH

 

Ulteriori informazioni e chiarimenti sono disponibili sul sito www.fatturapa.gov.it o possono essere richiesti all’indirizzo segreteria@odg.sardegna.it.

 

Fatturazione split payment

Spett.le Fornitone
per effetto delle modifiche apportate all’art. 17 – ter. D.P.R. 633/72, dall’art. 1 del D.L. 50/2017,convertito in legge in data 15.06.2017, si informa che tutte le “amministrazioni pubbliche, come definite dall’art. 1, comma 2, della Legge 31.12.2009 n. 196, e successive modificazioni e integrazioni” sono soggette al meccanismo della “scissione dei pagamenti” (c.d. split payment) previsto, come è noto, per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei loro confronti, per le quali i cessionari o i committenti non sono debitori d’imposta ai sensi delle disposizioni in materia di imposta sul valore aggiunto:

Pertanto, si rende noto che, tutti gli Ordini Professionali avranno l’obbligo di applicare il regime di “scissione dei pagamenti” (c.d. split payment) con riferimento alle “operazioni per le quali è emessa fattura a partire dal 1° luglio 2017” (cfr. art. 1, comma 4, D.L. n. 50/2017).

Lo stesso decreto ha esteso, con decorrenza 1 luglio 2017, l’applicazione del meccanismo dello split payment ai liberi professionisti, fino ad ora esclusi.

Tutto cio premesso, a decorrere dall’1 luglio 2017 questa Amministrazione non potrà più accettare fatture elettroniche senza l’applicazione del meccanismo dello split payment, secondo il formato previsto dal D.M: n. 55 del 03/04/2013 (codice “S” nel campo “esigibilità iva”).

Le fatture non conformi alla nuova disposizione normativa dovranno essere rifiutate.

La invitiamo, pertanto, ad adeguare le modalità di fatturazione, recependo le novità sopra indicate, per i documenti emessi a decorrere dal 1 luglio 2017.